Live Sicilia

Serie A

Palermo, a Udine primo derby per l'Europa


Articolo letto 420 volte
VOTA
0/5
0 voti

anticipo, calcio, luca banti, palermo, partita, serie a, udine, Sport
Pronti, partenza, via. L'ottovolante del campionato più bello del mondo riprende a girare con Udinese-Palermo, prima sfida della serie A 2008/2009, in anticipo al sabato alle 18.

Tolte le quattro-cinque big del torneo, la squadra del marsalese Marino rappresenta uno degli esordi più duri che il cervellone elettronico della Lega potesse riservare ai rosa. Contro i friulani, che tra le mura amiche sono tradizionalmente un ostacolo difficile per qualsiasi squadra, va in onda il primo derby tra pretendenti a un posto in Europa. I precedenti parlano di un bilancio a favore dei padroni di casa: nei venti confronti a Udine tra le due squadre si registrano 8 successi bianconeri, 7 pareggi e 5 vittorie siciliane (l'ultima per 2-1 il 27 maggio 2007 con reti di Caracciolo, Sivok e Corini, ndr).
Tatticamente sarà una sfida allo specchio: sia Marino che Colantuono si presenteranno con un 4-3-3 puro. Problemi di formazione opposti, invece, per i tecnici: se Marino ha da fare i conti con l'emergenza in difesa per l'indisponibilità dei centrali Zapata e Felipe, il collega palermitano ha da risolvere il rebus dell'attacco. Abbastanza obbligate le scelte di Colantuono che, con Budan fermo ai box per un trauma distorsivo alla caviglia e De Melo in partenza e mai considerato in corsa per una maglia, ha solo il dubbio se schierare come punta centrale l'uruguagio Cavani o Miccoli. Il terzo elemento del tridente dovrebbe essere il giovane Davide Lanzafame. A centrocampo il Palermo cambierà il motore rispetto alla prima uscita stagionale il Coppa Italia contro il Ravenna. Simplicio e Guana lasceranno il posto a Migliaccio e Nocerino al fianco del capitano Liverani, mentre in difesa mancheranno Cassani e Carrozzieri ancora appiedati e non convocati per rispettivi acciacchi. Resta a casa anche Fontana in permesso per la scomparsa del papà. Davanti ad Amelia, dunque, saranno in campo Raggi e Balzaretti sulle corsie esterne e la coppia Dellafiore-Bovo in mezzo.
Sul fronte Udinese Coda e Lukovic sostituiranno gli infortunati Zapata e Felipe al centro del poker di difesa, a centrocampo il palermitano D'Agostino potrà contare sull'appoggio di Inler e Tissone per ispirare il tridente Di Natale-Quagliarella-Pepe. L'ex rosanero è infatti in vantaggio su Sanchez, rientrato solo giovedì dal Cile, per l'ultimo posto disponibile nel reparto avanzato.
A centrocampo la chiave della partita, dove il muro palermitano dovrà fare i conti con la potenza di Inler e la fantasia di D'Agostino che quando vede rosanero si esalta sempre. Entrambe le squadre hanno l'ambizione di vestire i panni di sorpresa del campionato e puntano a un piazzamento utile per un posto in Europa. Con una difesa rosanero ancora in rodaggio e apparsa impacciata contro il Ravenna i rosa dovranno tenere alta la concentrazione per fronteggiare la dinamicità di Di Natale e l'imprevedibilità di Quagliarella.
Dirige Luca Banti di Livorno, con il quale il bilancio rosanero non è dei migliori. Con il fischietto toscano, infatti, i rosa hanno collezionato solo due vittorie, un pareggio e quattro sconfitte. Gli assistenti sono D'Agostino e Rossomando. Quarto uomo, Gava. Buon campionato a tutti.


Così in campo

Stadio Friuli, 30 agosto ore 18
Udinese (4-3-3): Handanovic; Motta, Coda, Lukovic, Pasquale; Inler, D'Agostino, Tissone; Pepe, Quagliarella, Di Natale.
In Panchina: Belardi; Ferronetti, Nef; Moreno, Obodo; Floro Flores, Sanchez
Allenatore: Pasquale Marino

Palermo: (4-3-3): Amelia; Raggi, Bovo, Dellafiore, Balzaretti; Migliaccio, Liverani, Nocerino; Miccoli, Cavani, Lanzafame.
In panchina: Ujkani; Kjaer, Capuano, Tedesco, Guana, Jankovic, Bresciano
Allenatore Colantuono

Arbitro: Luca Banti di Livorno

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php