Live Sicilia

Calcio

Amauri: "Sono arrivato alla Juve
grazie a Palermo e alla sua gente"


Articolo letto 352 volte
VOTA
0/5
0 voti

amauri, calcio, champions league, juventus, mondiali, palermo, serie a, studio sport, Sport
Le copertine dei quotidiani, delle tv e dei magazine sportivi nazionali, la notorietà per l'arrivo nel club più titolato d'Italia, la concorrenza tra i ct Dunga e Lippi che lo vorrebbero ai Mondiali in Sudafrica con la maglia delle rispettive selezioni. Tutto questo non basta a Carvalho de Oliveira Amauri per dimenticare la "sua" Palermo.

L'occasione per rinnovare le sue parole d'amore per la squadra rosanero e per l'intera città siciliana è stata un'intervista rilasciata a "Studio Sport", in occasione di un evento organizzato da uno degli sponsor ufficiali della Juventus. L'attaccante brasiliano, che fra qualche settimana dovrebbe entrare in possesso del passaporto italiano che gli schiuderebbe le porte della maglia azzurra, si è soffermato sul suo trasferimento alla corte di Ranieri. Una tappa che segnerà la consacrazione del campione, ex idolo del "Barbera". "Se sono arrivato alla Juventus - ha detto il bomber ai microfoni di Italia 1 - è grazie al Palermo e alla sua gente. Sono stato benissimo negli anni trascorsi in Sicilia e adesso per me si apre un nuovo scenario: se prima gli obiettivi erano la la salvezza o la qualificazione in Europa, adesso si parla di vincere lo scudetto o la Champions League. Nelle ultime stagioni ho fatto molto bene e adesso spero di potermi ripetere con la maglia della Juve dove avrò al mio fianco grandi campioni. L'auspicio ora è vincere qualcosa di importante con loro".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php